Un crescendo di tensione fino al ballottaggio, ed oltre…

Un crescendo di tensione fino al ballottaggio, ed oltre… Giovedì sera, a distanza di nemmeno di 72 ore all’apertura delle urne, la Francia è stata vittima di un attentato terroristico dalla forte carica simbolica: un agente di polizia è stato ucciso sugli Champs-Elyées da un presunto affiliato all’ISIS. L’Esagono sceglierà così il prossimo presidente della Repubblica non solo in... Continua »
aprile 21, 2017

Esplosione alla metro di San Pietroburgo: presidenziali russe nel mirino

Esplosione alla metro di San Pietroburgo: presidenziali russe nel mirino Lunedì 3 aprile, un kamikaze si è fatto esplodere nella centralissima stazione metro di Piazza Sennaya, San Pietroburgo, uccidendo 14 persone. La matrice ufficiale dell’attentato è islamica, ma è facile scorgervi la mano dei servizi atlantici e collegare l’attentato alle recenti proteste di piazza a Mosca: oggi, come nel 2011,... Continua »
aprile 4, 2017

Germanwings, Malaysia Airlines e la politica dei disastri aerei

Germanwings, Malaysia Airlines e la politica dei disastri aerei A distanza di due anni dallo schianto del volo Germanwings 9525 sulle Alpi francesi, il padre del presunto responsabile della tragedia aerea, il copilota Andreas Lubitz, ha pubblicamente rigettato le conclusioni delle autorità francesi e tedesche: testimonianze inventate, errori nelle indagini, omissioni ed un movente, la depressione del figlio, senza... Continua »
marzo 29, 2017

Attentato in Québec: il SITE Intelligence Group si schiera contro Trump

Attentato in Québec: il SITE Intelligence Group si schiera contro Trump Domenica 29 gennaio, a distanza di un giorno dalla promulgazione dell’ordine esecutivo con cui Donald Trump ha limitato l’immigrazione da alcuni Paesi mussulmani, si è consumato a Québec City un nuovo attentato: uno o più terroristi si sono introdotti nella moschea locale, aprendo il fuoco sui fedeli e mietendo sei... Continua »
gennaio 31, 2017

Una storia di terrorismo all’ombra delle tensioni italo-tedesche su MPS

Una storia di terrorismo all’ombra delle tensioni italo-tedesche su MPS L’attentato di Berlino si è attenuto al solito copione: il terrorista, identificato grazie ai documenti rinvenuti sulla scena del crimine, è stato liquidato a distanza di pochi giorni, portandosi nella tomba gli scomodi ed inconfessabili segreti sull’attentato. C’è però una novità di rilievo: il tunisino Anis Amri è stato fermato... Continua »
dicembre 24, 2016

Attentato a Berlino: un memento per la Germania (a spese della Merkel)

Attentato a Berlino: un memento per la Germania (a spese della Merkel) Nelle stesse ore in cui l’ambasciatore russo Andrei Karlov era assassinato ad Ankara, a Berlino andava in onda una riedizione dell’attentato di Nizza: un camion investiva il centralissimo mercatino di Natale di Charlottenbourg, uccidendo 12 persone. Entrambi gli attentati sarebbero opera galassia dell’ISIS: tradotto in altri termini, dei servizi segreti... Continua »
dicembre 21, 2016

Omicidio Karlov: un’esecuzione in diretta, opera di cani rabbiosi

Omicidio Karlov: un’esecuzione in diretta, opera di cani rabbiosi È stato vittima di un’esecuzione quasi in diretta l’ambasciatore russo in Turchia, Andrei Karlov, freddato con una raffica di colpi alla Galleria d’Arte Moderna d’Ankara: le grida dell’omicida, un poliziotto poco più che 20enne, inducono i media a parlare di terrorismo di matrice islamista, una vendetta per le vicende di... Continua »
dicembre 20, 2016

E se a Nizza non ci fosse stato nessuno al volante del camion?

E se a Nizza non ci fosse stato nessuno al volante del camion? Si è assistito ad un vera e propria esplosione del terrorismo dopo la strage di Nizza del 14 luglio: cinque attentati tra Germania e Francia nell’arco di una decina di giorni, tutti formalmente di matrice “islamista” e partoriti dalla stessa regia. Il nesso tra i diversi attentati è  fisicamente incarnato... Continua »
luglio 28, 2016

Strage a Nizza: qualcuno salvi la Francia da Hollande!

Strage a Nizza: qualcuno salvi la Francia da Hollande! La strage di Nizza del 14 luglio, un’ottantina di morti ed un centinaio di feriti sul lungomare della città, porta a quasi 250 il numero delle vittime mietute nell’arco 18 mesi dal terrorismo “islamico”: è il pesantissimo bollettino dello stragismo di Stato con cui i socialisti di François Hollande, con... Continua »
luglio 15, 2016

L’omicidio Cox svela il vero volto del potere

L’omicidio Cox svela il vero volto del potere Precipita la situazione politica ed economica in Occidente ed il potere agonizzante si dibatte furioso: il momento è davvero unico perché mai come ora è così visibile la sua vera natura, talmente cinica e machiavellica da seminare morti con cadenza quasi giornaliera, prima delle grandi mobilitazioni sindacali francesi od al... Continua »
giugno 17, 2016

Escalation del terrorismo, preludio di sei mesi mesi cruciali

Escalation del terrorismo, preludio di sei mesi mesi cruciali Si apre una fase cruciale per il sistema euro-atlantico: il periodo che intercorre tra il referendum inglese sulla permanenza nella UE e le presidenziali statunitensi sarà decisivo per le sorti dell’impalcatura“occidentale”, sempre più scricchiolante sul versante americano come su quello europeo. La carneficina di Orlando è l’inizio della strategia della... Continua »
giugno 15, 2016

Verità per Giulio Regeni. Richiamare l’ambasciatore a Londra? È il minimo

Verità per Giulio Regeni. Richiamare l’ambasciatore a Londra? È il minimo A distanza di quattro mesi dalla morte di Giulio Regeni, la procura di Roma ha finalmente imboccato il filone inglese delle indagini, concentrandosi sull’attività svolta dal dottorando italiano per conto dell’Università di Cambridge: la rogatoria internazionale si è però infranta contro l’omertà dell’ateneo, che ha classificato le ricerche di Regeni... Continua »
giugno 10, 2016

Volo Egyptair, regolamento di conti ad alta quota

Volo Egyptair, regolamento di conti ad alta quota I cieli dell’Egitto, di questi tempi, sono più pericolosi del triangolo delle Bermude, soprattutto per gli aerei che transitano da uno scalo di un Paese alleato del presidente Abd Al-Sisi: il disastro del volo Egyptair MS804 presenta forti analogie con l’attentato al volo russo Metrojet 9268, perpetrato ufficialmente “dall’ISIS”. Il... Continua »
maggio 20, 2016

I soliti sospetti: criminali e poi terroristi. E nel mezzo reclutati

I soliti sospetti: criminali e poi terroristi. E nel mezzo reclutati È stato dato un nome ed un’identità a quasi tutti gli attentatori di Bruxelles e si possono, di conseguenza, trarre le prime conclusioni: come nel caso del strage del 13/11 non si tratta di sconosciuti alle forze dell’ordine, ma di piccoli criminali noti alle forze dell’ordine per reati comuni, caduti,... Continua »
marzo 25, 2016

Attacco “al cuore della UE”: lo stragismo di Stato è diventato routine

Attacco “al cuore della UE”: lo stragismo di Stato è diventato routine Martedì 22 marzo, l’ennesima strage attribuita allo Stato Islamico, questa volta a Bruxelles, sede del quartiere generale della NATO e dei palazzi dell’Unione Europea: due attentati, a distanza di circa un’ora uno dall’altro, hanno mietuto più di trenta vittime ed un centinaio di feriti. Non c’è nessuna sorpresa perché da... Continua »
marzo 23, 2016

Gli attentati del 13/11 e la predisposizione della scacchiera

Gli attentati del 13/11 e la predisposizione della scacchiera La strage di Parigi del 13/11 ha già prodotto un risultato finora impensabile: su iniziativa di Angela Merkel, la Germania schiera mezzi ed uomini in Medio Oriente, a fianco di Francia, Regno Unito ed USA, nonostante il Califfato stia subendo pesanti rovesci in Siria ed Iraq. Nel frattempo le condizioni economiche dell’eurozona... Continua »
dicembre 1, 2015