Elezioni in Portogallo, un déjà vu greco

Elezioni in Portogallo, un déjà vu greco   All’estremo occidente dell’Europa, nel “meridionale” Portogallo, si consuma l’ennesima forzatura istituzionale in nome delle oligarchie finanziarie di Bruxelles: il presidente della Repubblica Aníbal Cavaco Silva, con un surreale piglio da generalissimo sudamericano, affida l’incarico per la formazione del nuovo esecutivo al premier conversatore Pedro Coelho, uscito sconfitto dalle elezioni,... Continua »
novembre 13, 2015 / 2

Una vita per l’Europa (e l’alta finanza), un libro di Coudenhove-Kalergi

Una vita per l’Europa (e l’alta finanza), un libro di Coudenhove-Kalergi In concomitanza alla recente esplosione di flussi migratori, è stato spesso citato dalla pubblicistica non ufficiale il cosiddetto “piano Kalergi”, l’inondazione programmata del Vecchio Continente da parte di popolazioni allogene. Il piano deve il suo nome al conte Richard Coudenhove-Kalergi che nel libro del 1925 “Praktischer Idealismus” ragiona sul futuro... Continua »
settembre 30, 2015 / 24

Grexit/4: nella mischia

Grexit/4: nella mischia Dopo 72 ore di convulse trattative, le piazze finanziarie europee aprono precedute dalla notizia di una presunta intesa tra Atene e la Troika: i listini possono così continuare a correre nonostante mai come ora l’eurozona sia ad un passo dallo sfaldamento, palesando come spread e crolli di borsa siano strumenti... Continua »
luglio 13, 2015 / 33

Grexit/3: Braccio di ferro tra Germania e USA

Grexit/3: Braccio di ferro tra Germania e USA “Americani e cinesi faranno di tutto per salvare l’euro” sostiene l’ex-presidente della commissione europea Romano Prodi: più che una previsione è una preghiera, l’ultima speranza cui il padre nobile della moneta unica si aggrappa mentre l’eurozona affonda. È proprio l’affievolirsi dell’influenza angloamericana sul continente, parallela alla sempre maggiore sicurezza tedesca,... Continua »
luglio 9, 2015 / 10

Grexit/2: gli insospettabili simpatizzanti dell’oxi

Grexit/2: gli insospettabili simpatizzanti dell’oxi Passata la scadenza del 30 giugno senza che Atene abbia rimborsato la tranche da 1,6 €mld, il Fondo Monetario Internazionale, anziché sancirne il default tecnico, dichiara la Grecia “in arretrato”, bloccando però qualsiasi ulteriore aiuto. Le agenzie di rating declassano i titoli di Stato ellenici ad un gradino dall’insolvenza ma i... Continua »
luglio 3, 2015 / 14

Grexit/1: default tecnico o referendum?

Grexit/1: default tecnico o referendum? Seguiamo da vicino l’evolversi della crisi ellenica che, sfidando i media, la maggioranza degli analisti e l’opinione comune, eravamo certi sarebbe sfociata nel “Grexit”: per una breve bibliografia sulla Grexit rimandiamo agli articoli “QE: dalla Germania via libera allo smantellamento dell’euro” (23/01/15), “Mezzogiorno di fuoco in Europa”(30/01/15), “La guerra dei... Continua »
giugno 30, 2015 / 20

Rettilineo finale

Rettilineo finale In vista della “Grexit”, compiamo un volo di ricognizione sull’Europa per immaginarne l’evoluzione geopolitica. L’uscita di Atene dall’eurozona, resa possibile dal sostegno dei BRICS e dal rifiuto tedesco a proseguire l’esperimento “euro”, innescherà nel lasso di poco tempo il crollo della moneta unica, assestando il colpo di grazia ad una UE... Continua »
giugno 19, 2015 / 26

Sbarchi di massa, l’Ucraina del Mediterraneo

Sbarchi di massa, l’Ucraina del Mediterraneo Dopo i 170.000 immigrati sbarcati nel 2014, il governo italiano stima per il 2015 un nuovo record da 400.000 arrivi, di cui un terzo profughi e due terzi clandestini: i numeri non sono paragonabili a quelli del Libano dove la popolazione è aumentata del 50% a causa della destabilizzazione siriana,... Continua »
giugno 5, 2015 / 17

Segui il tubo, troverai la rivoluzione

Segui il tubo, troverai la rivoluzione Il gasdotto russo per alimentare l’Europa centro-meridionale non s’ha da fare, né domani, né mai: l’integrazione economica ed energetica tra russi ed europei è la principale minaccia che incombe sul declinante impero americano e per evitare che il continente si saldi, oggi con i gasdotti e domani con le ferrovie ad... Continua »
maggio 22, 2015 / 8

A che punto è l’euro-notte

A che punto è l’euro-notte L’allentamento quantitativo varato due mesi fa da Francoforte ha generato una bolla nel mercato delle obbligazioni sovrane europee ma ha fallito nell’imprimere una svolta all’economia reale, dove al contrario si registra la caduta dell’attività di Francia e Germania. Gli insuccessi di Mario Draghi e la concomitante debacle del “piano Junker” aprono... Continua »
maggio 8, 2015 / 7

La guerra dei gasdotti e l’importanza di chiamarsi Atene

La guerra dei gasdotti e l’importanza di chiamarsi Atene Bombardato e sommerso ogni giorno da una valanga di informazioni faziose, parziali o tout court false, il cittadino medio dispone di pochi mezzi per capire la gravità della situazione attuale: lo stato di allerta è stato impercettibilmente ma costantemente alzato (Ebola, ISIS, Charlie Hebdo, etc. etc.) fino a narcotizzare la... Continua »
febbraio 11, 2015 / 0

Ucraina: tranello afgano per Mosca

Ucraina: tranello afgano per Mosca Se foste fatti di legno, alti un paio di centimetri, in prima fila con i vostri compagni, con una libertà d’azione limitata a 64 caselle, seguiti da cavalli, alfieri e torri, capireste di essere solo un misero pedone, sacrificabile alla prima occasione nella partita a scacchi che si gioca sopra... Continua »
febbraio 6, 2015 / 0

Mezzogiorno di fuoco in Europa

Mezzogiorno di fuoco in Europa Sotto il pallido sole di gennaio, tra le rovine dell’Acropoli di Atene che proiettano ombre ancora lunghe sui selciati, si aggirano gringos dai lunghi pastrani e con cappelli dalle larghe falde calati sulla fronte: dai loro cinturoni in pelle penzolano le fondine dai cui fanno capolinea i calci dei revolver.... Continua »
gennaio 30, 2015 / 0

QE: dalla Germania via libera allo smantellamento dell’euro

QE: dalla Germania via libera allo smantellamento dell’euro L’ennesimo appuntamento decisivo per il destino dell’euro, il varo dell’allentamento quantitativo da parte della BCE, è passato: l’ex –Goldman Sachs Mario Draghi ha avviato un piano di acquisto di titoli di stato con scadenza tra i 2 ed i 20 anni per un importo di 1140 €mld sull’arco di 19... Continua »
gennaio 23, 2015 / 1

Missouri-maidan

Missouri-maidan Auto rovesciate da una massa brulicante di manifestanti inferociti, edifici che vomitano denso fumo nero dai vani vuoti delle finestre, manipoli di rivoltosi che al crepuscolo si riscaldano attorno ai copertoni in fiamme, saccheggi dei negozi al calare della notte, pungente odore di lacrimogeni, anonimi poliziotti equipaggiati come truppe d’assalto,... Continua »
gennaio 20, 2015 / 0