Angela Merkel, la spia che andò e tornò dal freddo – zu verkaufen

Cari lettori, care lettrici, cari compagni di sovversione e care compagne di sovversione,

tace finalmente il carrello della nostra Olivetti Lettera 32: il nostro lavoro sull’infiltrato angloamericano al Bundeskanzleramt, Angela Dorothea Kasner, in arte “Merkel”, è terminato.

Certo, qualcuno potrebbe obbiettare,  ma il lavoro non doveva essere terminato tempo fa? Eh, che ci volete fare! Il passaporto era una pessima imitazione e al varco di Friedrichstraße ci hanno fatto storie. Per fortuna, la bionda che era con noi ha distratto le guardie americane…

Ad ogni modo “Angela Merkel, la spia che andò e tornò dal freddo”, è finalmente disponibile.

 

merkelindice


angiecopertina

 

Vota!
Precedente Perché il governo d'unità nazionale libico fallirà: Washington e Londra tifano per una nuova Somalia Successivo Italia vicina al carico di rottura

20 thoughts on “Angela Merkel, la spia che andò e tornò dal freddo – zu verkaufen

  1. Mi piacerebbe leggerlo. Zu verkaufen significa da comprare.
    Cosa devo fare?
    H un picclo problema internet. Ho comprat due mesi fa, un libro da un costo medestissimo, mi sembra meno di 2 euro. Ma non sono riuscito a scaricarlo. Perciò, vorrei anche le istruzioni per il download.(Sono un analfabeta infrmatico di 75 anni..)

     
    • Federico Dezzani il said:

      Ciao Guido,
      se usi il computer di casa per leggerlo, ti consiglio di cercare su google come “aprire epub” e seguire le istruzioni di un sito che ti piace.

       
      • Ci ho provato, ma per me è arabo. ( peggio, inglese). Rinuncerò alla merkel. Credo che sia anche lei sotto ricatto USA, come tutti in Europa. Non ho mai capito come abbiano fatto fuori il gigante Kohl. Incredibile!!! Per un paio di contributi al partito non dichiarati…Utili all’unificazione della germania!!! Per me, erano tutti d’accordo. USA e RUSSIA avevano deciso che Kohl si doveva ritirare SE SI ARRIVAVA ALLA UNIFICAZIONE. QUESTA ERA LA CONDIZIONE PERCHE’ QUESTO AVVENISSE. E Kohl, da gigante politico, accettò. E gli USA avevano pronta la Merkel per ripulire l’Est post-comunista e guidare la Nuova germania verso l’Europa nascente. Il “miracolo” non è l’astro della merkel, ma il ritiro di Kohl.

         
  2. Barbara il said:

    Domanda, non so se c’è una risposta nel libro: ma la signorina Merkel, quando era in Germania Est a fare prima il pezzo grosso comunista e poi il pezzo grosso democristiano, non ha mai incrociato Putin, che era un pezzo grosso equivalente e della stessa età?
    Mi sa che Volodja sulla signora la sa lunga…

     
    • Federico Dezzani il said:

      Concordo, Putin la sa lunga, cara Barbara. Ce ne occupiamo cmq nel libro.

       
  3. Willy Muenzenberg il said:

    L’opera del nuovo Tacito dato dall’Italia al mondo. Che un libro così veda la luce in un Paese che ha la stampa — salariata integralmente — che ha l’Italia è la prova di quanto noi a Mosca riuniti non capiamo. Ovvero, che quanto più facevamo propaganda tanto più ne ottenevamo esiti contrari.

     
      • Barbara il said:

        Potevi dirlo subito che si entrava in quel club!
        Allora domani lo compro anch’io… 😉

        (Dettaglio: ha protezioni di qualche sorta? Potrei scaricarlo su un computer ma poi doverlo leggere su un altro o sul Kindle..)

         
        • Federico Dezzani il said:

          Scaricalo sul dispositivo che utilizzi per leggere… Benvenuta nel club

           
        • Comprato, letto ed apprezzato.
          Così è tutto più chiaro. Non riuscivo a capire certe mosse, ma diffidavo di una che viene dall’Est. Non capivo come potesse scalzare il grande Kohl….caduto per un banale incidente su finanziamenti…Lì mi sorse un dubbio.
          Grazie della conferma.

           
  4. Acquistato e letto tutto di un fiato… interessantissimo e intrattenitivo. Spero ne scriva uno anche su Putin.

     
    • Federico Dezzani il said:

      Grazie Ivan!
      Mentre scrivevo questo, anche a me è venuta in mente l’idea di scriverne uno sulla Russia e su Putin. Magari verso l’estate…

       
  5. Alberto il said:

    Buonasera Federico,
    Mi complimento per i tuoi interessantissimi scritti e saggi. Ti scrivo per un problema tecnico, perdona l’ingenuità della mia domanda. In data 23 gennaio ho acquistato, tramite carta di credito, sul portale internet di Kobo il tuo libro e-book su Angela Merkel. Dal momento che non sono pratico di libri e-book, chiedo che cosa devo fare per procedere alla lettura. Devo aspettare una ulteriore mail da Kobo e avere le coordinate per accedere al libro o devo scaricare io un determinato programma? Ti ringrazio molto per la tua attenzione e disponibilità. Buon lavoro, Alberto

     
    • Federico Dezzani il said:

      Grazie, Alberto!
      Dovresti avere ricevuto una email di Kobo, con cui puoi scaricare l’ebook.

       
  6. Andrea il said:

    Acquistati tutti i libri di Federico Dezzani. FEDERICO SEI UN GRANDE! Semplicemente non si riesce a smettere di leggere e cadono le cataratte dagli occhi quando ci si rende conto in che mondo viviamo. Una curiosità: quanto c’è di vero in “Dalla parte che scegli”? Magari l’Italia avesse servizi segreti così… complimenti anche per questo capolavoro letterario, magari l’agente segreto Viktor Lisin riuscisse a surclassare il suo collega James Bond nella filmografia del 21-mo secolo… Filmografia eurasiatica ovviamente!

     
  7. Romano Carafoli , Bentivoglio BO il said:

    E la buona vecchia carta , magari riutilizzata , in versione ultra leggera , e super economica non c’è più ?

    OK gli eBook , per chi riesce a leggerli . Dopo alcune pagine son Kaput con gli occhi e la testa.Ho letto la prefazione tramite AMAZON , schiantato. E poi vuoi mettere ,addormentarti con il libro in testa . Provare con un bel portatile . E poi in bagno……..

    Si può stampare ? e se sì conviene.

    Io qualche €urino lo spenderei per il formato carta .

    Come posso fare ?

    Romano Carafoli , Bentivoglio BO

     

I commenti sono chiusi.