Terzo anno di blog

Terzo anniversario

Cari lettori,

il blog compie in queste settimane il terzo anno di vita. Considerati gli argomenti trattati e, soprattutto, l’approccio controcorrente con cui sono trattati, non possiamo lamentarci del numero di visitatori unici, ormai stabilmente sopra i 31.000 per mese: siamo partiti nel 2015 con poche centinaia a siamo arrivati a tale traguardo con le nostre sole forze.

L’esperimento continuerà? Sì, finché sarà uno strumento di crescita soprattutto per chi scrive.

Come ogni anno, abbiamo raccolto in un ebook gli articoli degli ultimi 12 mesi.

Rimanete con noi!

Vota!
Precedente Trattato del Quirinale: vendersi alla Francia per restare “in Europa” Successivo Lunedì Nero: le banche centrali preparano il Crollo

27 commenti su “Terzo anno di blog

  1. Giuseppe M. il said:

    Bravo Federico.
    Il blog è ottimo e per me, che l’ho scoperto dagli albori, è stato un grande piacere vederlo crescere.
    Ma soprattutto apprezzo tantissimo i tuoi articoli, le dritte, gli spunti di riflessione e la tua capacità di mettere insieme i pezzi.
    Di questo devo dirti solo grazie.

    Ciao

     
  2. Matteo il said:

    Seguo il blog ormai da quasi un anno e ho letto quasi tutti gli articoli passati, nonchè il libro sulla “Merkel”. Rinnovo i miei complimenti all’acuta intelligenza di Dezzani, che trovo molto simile alla mia (e non mi vergogno ad ammettere che il poco che so di economia lo so grazie a Bagnai e Dezzani) e alla sua lettura controcorrente del mondo, sperando che possa continuare a lungo. Io ci sarò!

     
    • Giuseppe M. il said:

      A proposito dei libri di Dezzani, io li ho letti tutti. Rigorosamente quando sono in ferie e scendo in Sicilia.
      Andassero le cose per l’Italia come descritte nei libri, noi italiani potremmo essere più fieri che alla fine in un modo o nell’altro diciamo e facciamo la nostra e nel nostro piccolo ce ne usciamo alla grande.
      La realtà sembra invece un’Italia incapace di tutelarsi, senza dignità.
      Ora basta che mi è salito lo sconforto

       
    • Matteo il said:

      Io ho letto pressochè tutti quelli analitici, ma non quelli più narrativi…

       
  3. Il Maglia il said:

    Auguri al blog ed un plauso sentito al padrone di casa!!!

    Bisogna comunque riconoscere che, salvo qualche incidente di percorso, anche gli astanti hanno contribuito a tenere alto il livello del blog 😉

     
  4. Mikahel il said:

    Mai fare i complimenti, accrescono solo l’ego, e mai andarseli a cercare.
    Devi essere utile, non bravo, i bravi sono tutti su un album incerato e messo in bella vista per i posteri.
    Sei utile, continua ad esserlo e questo è di per se il miglior modo di intendere quel che fai.

     
  5. Francesca Ancona il said:

    Auguri Federico!!! Un grazie e complimenti! Il tuo blog lo adoro e basta! 🙂 Contenta di averti conosciuto in questo grande oceano che è il web. (per me sei l’unico)

     
  6. Bravo Federico e auguri di crescita per il blog nonostante la psicopolizia speriamo di crescere sempre di piu’,la sollevazione e’ iniziata ma silenziosamente,c’e’.

     
  7. emanuele777 il said:

    Auguri e complimenti all’autore di questo blog, che seguo da circa un anno e mezzo e che trovo semplicemente strepitoso. Ogni articolo è in sé un piccolo capolavoro, sia di giornalismo che di realismo.
    Un grazie e un applauso all’autore, avanti così!

     
  8. Federico, ti seguo da sempre, bravo! Puoi dirmi come fai a sapere tutte queste cose? Come ti documenti? Sui libri, riviste specializzate? Grazie
    D.

     
  9. SANTO SUBITO il said:

    Gent.mo Dott. Dezzani, complimenti per i suoi circostanziati articoli, redatti da una persona veramente competente e precisa. Lei oggi rappresenta certamente una luce in fondo al tunnel buio dell’informazione. Mai come oggi, in questo nostro Paese, c’è bisogno di luce.
    Compatibilmente con i suoi impegni personali, non si arrenda.
    Grazie.

     
  10. Loris il said:

    Io non ho mai scritto,ma ho trovato in questo blog una vera chiave di lettura degli avvenimenti che stanno accadendo.
    Mi chiedo se tutti questi scompensi a livello internazionale siano dovuti anche all’approssimarsi della fine dell’era del petrolio come l’abbiamo conosciuta fin qui,e con l’avvento dell’elettrico,quindi con il declino americano basato appunto sul petrolio,e l’avvento dei cinesi che stanno puntando fortemente sull’elettrico che sarà appunto il domani.
    E’ abbastanza curioso vedere come la crisi globale coincida proprio con il picco petrolifero avvenuto nel 2005,quindi tutti i giochi globali servono appunto per ridefinire un nuovo equilibrio mondiale basato su altri rapporti di forza.
    Complimenti per le analisi sempre dettagliate,e spero di poterle leggere ancora a lungo.

     
  11. fortebraccio il said:

    egr.dezzani,noi vecchietti di minghiaapitittu,pensionati autoemarginati,per sostenerti,e sostentarti,per quello che fai,non a riguardo la tua supponenza da dio del blog,ti spediremo,man mano, un po di prodotti,fatti con le nostre mani,e con i nostri piedi,il vino.
    da subito 5 .barattoli, di un kig ciascuno, di peperoncino della varieta incazzato,e infuocato,per bruciare anche a lunga distanza, fino a 3000 kilometri, i tuoi nemici,e chi ti vuole male!

     
  12. Le analisi del Dezzani sono sempre state straordinarie.
    Impossibile non visitare il blog, per chi ha l’istinto della geopolitica, in modo assiduo.
    Grazie del contributo e per il tempo passato a studiare.

     
  13. Ciao Dez (o Fede se preferisci, il diminutivo è solo per un amico), non passo spesso ma ritorno sempre qui sul luogo del delitto, uno dei punti d’incontro più intriganti del web. Avvincente come un romanzo d’avventura, magnetico come la personalità del padrone di casa, irrinunciabile come un cornetto d’estate. Go Federico! Go!

     
  14. Raffaello il said:

    Un giorno il maestro mi disse:” Il tuo talento è la via. Il signore te lo ha concesso in dono affinché tu conosca la strada da seguire nella vita. Passerai sopra tante difficoltà ma alla fine raccoglierai il frutto della conoscenza e della gratificazione”.

    Il tuo talento è questo Dezzani. Questa è la tua via.

     
  15. fortebraccio il said:

    egr.dezzani,a noi,i vecchietti di minghiaapitittu,minghia a fame,ci hanno promesso che se andremo a votare,ci faranno abbassare la glicemia a 95,ma noi non andremo, a votare,lo stesso|

     
  16. Pequod12 il said:

    Ormai il suo blog è un punto di riferimento, per informazioni e l’analisi di fenomeni che altrimenti resterebbero incomprensibili. Finora ho letto solo il suo saggio sulla “kanzlerin”. Devo dire illuminante, oltre che traumatizzante, pechè da gli strumenti per comprendere ciò che ci sta per accadere il prossimo 4 marzo: “gosse koalizion tra mummie antropofaghe”

    Mi permetto di chiedere: cosa sta succedendo in Siria? Mi pare che si stia arrivando a uno scontro ormai palese tra superpotenze. Mi sembra una situazione molto pericolosa.

     
  17. Guido il said:

    Buon Anniversario a questo blog.
    ed adesso aspettiamo finalmente realizzarsi una previsione lanciata da lungo tempo e finora non realizzata: il crollo delle Borse, che aspettavamo da quasi due anni, e doveva verificarsi con l’elezione sia di trump che della Clinton, indifferentemente.
    Ma la Governatrice della FED Yellen ha tenuto duro ed evitato qualunque rialzo dei tassi, che ora ricadono sul nuovo malcapitato Governatore eletto da Trump, e hanno dato adito al ribasso stellare delle Borse.
    Aspetto quindi un articolo complottistico, sul fatto che il GRANDE RIBASSO sia partito in concomitanza del cambio di poltrona della Yellen.
    Da complottista, dico che l’attacco è finanziario, ma anche mediatico. Distruggere Trump per le elezioni di mide term è l’obiettivo. Perciò nel terzo anno del blog, vedremo l’avverarsi della profezia descritta da Dezzani scientificamente del crash delle Borse dovuto al rialzo dei tassi lungamente rinviato per rabberciare il sistema di obama…

     
  18. Hubbert77 il said:

    Complimenti Federico! Articoli interessantissimi su temi importanti, nonostante la giovane età denoti conoscenze raffinate..

     
  19. Poliziano il said:

    Lode a Federico pensatore in grande
    che temprando lo scettro a’ regnatori
    gli allòr ne sfronda, ed alle genti svela
    di che lagrime grondi e di che sangue.

     
  20. Io vi ho spammati ovunque, OVUNQUE. Facebook (pagine pentastellate soprattuto:), YouTube… forse a volte funziona.

     

I commenti sono chiusi.